Crostacei

I crostacei costituiscono una sottospecie degli Artropodi che comprende principalmente animali acquatici marini, sebbene siano ampiamente presenti anche nelle acque dolci e sia nota qualche specie terrestre.
Costituiscono un gruppo molto eterogeneo i cui membri, a livello morfologico, sono accomunati soprattutto da due caratteristiche:

  • la presenza di due paia di appendici preorali (antennule e antenne) nel capo;
  • la presenza di alcune appendici biramose (divise in due all’estremità).
Leggi di più

Nei crostacei più evoluti il tronco è suddiviso in torace e addome, In questo caso si ha una differenziazione delle appendici in pereiopodi (nel pereion) e pleiopodi (nel pleon): i pereiopodi sono principalmente adibiti alla locomozione terrestre (i pereiopodi più anteriori possono svolgere la funzione di presa e triturazione del cibo ed in tal caso vengono detti massillipedi), mentre i pleiopodi svolgono altre funzioni (per esempio possono essere foggiati a paletta per il nuoto, possono recare branchie, servire a trattenere le uova).

Nei Crostacei, più noti, il torace e il capo sono fusi assieme a costituire un cefalotorace, ricoperto da un carapace reso più rigido dalla deposizione di carbonato di calcio.

Gli occhi possono trovarsi all’estremità di appendici modificate o essere peduncolati.

Un tipico esempio di avanzamento della differenziazione dei segmenti si ha nei granchi. In questi Crostacei evoluti, l’addome non presenta più appendici: è anzi ridotto e rivoltato sotto al cefalotorace.

Visualizzazione di tutti i 9 risultati